Cosentino arrestato, i pentiti che nel corso degli anni lo hanno accusato



Nicola Cosentino è stato condannato a nove anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

L’ex ras di Forza Italia sarebbe stato il punto di riferimento “politico-amministrativo” del gotha criminale di Gomorra, radicato a Casal di Principe, ma con interessi e traffici diffusi in vari punti della Regione. In particolare nel settore rifiuti. Nelle migliaia di pagine che hanno accompagnato l’atto di accusa ci sono anche le dichiarazioni di numerosi pentiti.

Nicola Cosentino: Le dichiarazioni dei pentiti

“Contribuiva, con continuità e stabilità, sin dagli anni ’90, a rafforzare vertici e attività del gruppo facente capo alle famiglie Bidognetti e Schiavone”. Ricevendo in cambio «sostegno elettorale». Alcune dichiarazioni sono state raccolte da Servizio Pubblico. A puntare il dito contro Nicola Cosentino sono molti pentiti. Nella ricostruzione appaiono Dario De Simone, Domenico Frascogna, Carmine Schiavone e Gaetano Vassallo.