Bufalini decapitati brutalmente: le immagini shock della macellazione fuorilegge



Bufalini decapitati, le immagini esclusive del team di investigatori Free John Doe.
Gli investigatori del team Free John Doe si sono introdotti in un macello in provincia di Frosinone. Qui hanno fissato abusivamente telecamere per riprendere quanto avviene nell’area di macellazione.
È la prima volta che immagini di questo genere vengono mostrate in Italia.
Nelle immagini vediamo un operaio del macello sparare a un bufalino con la pistola captiva per stordirlo.
Affinché questa procedura sia efficace non deve passare troppo tempo dallo stordimento alla iugulazione. Le immagini ci mostrano invece gli operai ammassare i bufalini storditi per poi ucciderli in seguito.
Si tratta una pratica contro la legge, anche perché gli animali non sono chiusi dentro a una camera di macellazione.
Nelle immagini successive i bufalini vengono sgozzati direttamente sul pavimento, senza essere appesi a testa in giù. Alcuni esemplari vengono decapitati addirittura prima della iugulazione, quando non sembrano ancora essere morti per dissanguamento.
In queste condizioni lo stress per l’animale aumenta: si tratta condizione da evitare anche perché potrebbe influire anche sulla qualità della carne.

I bufalini decapitati: il destino da scarti di produzione

I bufalini maschi sono considerati scarti di produzione del latte di bufala, la loro carne ha poco mercato e in genere viene usata come mangime per cani e gatti. Per questo motivo si cerca costantemente di ridurre il  costo della loro macellazione.