Mentana su Hitler: “È il figlio di nessuno perché la Germania ha perso”



Ospite di M, il programma sperimentale di Rai 2 di Michele Santoro, Enrico Mentana su Hitler dice la sua: “Noi parliamo di Hitler perché sappiamo come è finita. La Germania fino a quel momento era il più avanzato paese del mondo. Il paese dei grandi filosofi. Il paese che aveva provocato la rottura del pensiero dominante, il cattolicesimo attraverso Lutero. Il paese che aveva inventato in Europa il bellicismo, i più grandi eserciti. Tutto questo paese ha creato Hitler attraverso la sconfitta della prima guerra mondiale, quello spirito che ha avuto proprio Hitler come veicolo di rivalsa”.

Mentana su Hitler

Ancora il direttore del Tg La7: “Noi non capiamo Hitler se non vedendolo un anno dopo la presa del potere. Quello non è un usurpatore, è figlio, padre e fratello della Germania. E’ quello che la Germania voleva. Poi diventa il figlio di nessuno perché la Germania ha perso. Perché la storia la fanno i vincitori”. Poi un passaggio su Mussolini: “Hitler aveva un solo modello: Mussolini. E va a vincere in Germania con quel modello lì”.