Cittadini per Di Matteo



Nello stesso giorno in cui una delegazione del Consiglio Superiore della Magistratura in visita al Palazzo di giustizia di Palermo ha evitato di incontrare Nino Di Matteo e i magistrati del pool antimafia, una manifestazione spontanea di un migliaio di cittadini ha raggiunto la Procura di Palermo per manifestare solidarietà ai magistrati che indagano sulla trattativa Stato-mafia.

Cittadini per Di Matteo

Non è la prima volta che la città scende in piazza per sostenere il pm anti Mafia. Solo un mese fa infatti un corteo di circa 2000 persone è partito dal teatro Massimo, ha attraversato via Maqueda e i quattro Canti di città, direzione Palazzo delle Aquile, sede del comune di Palermo. A sostegno dei magistrati antimafia di Palermo Minacciati da Totò Riina. Al grido: “Di Matteo, Tartaglia e Scarpinato. Siete voi il nostro Stato”. In piazza anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando: “Abbiamo approvato un documento, proposto da Salvatore Borsellino, per chiedere al Csm di ritirare i provvedimenti disciplinari nei confronti di Nino Di Matteo. E per sollecitare la commissione antimafia ad occuparsi della delicata questione della trattativa Stato-Mafia. Sempre che una commissione antimafia esista ancora”. Accolto da una piccola contestazione invece il governatore della Sicilia Rosario Crocetta.