Quando Di Battista diceva: “La disonestà è letame. No compromessi o diventiamo come la Lega”



Alessandro Di Battista interviene a Servizio Pubblico per commentare l’accordo fra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi sulla riforma della legge elettorale: “Pd e Pdl stanno d’accordo da sempre. Berlusconi è tenuto in vita chi lo ha trattato con i guanti.
Per combattere contro la disonestà e l’immoralità non si può trattarle con il cucchiaino” attacca il deputato del Movimento  5 Stelle, che poi rincara la dose “l’immoralità è come il letame e va trattata con la pala. Noi non accettiamo compromessi con gente che ha tolto il futuro a noi giovani e il presente alle persone anziane”.
Di Battista, di fronte a chi chiede perché il Movimento non accetti alleanze o accordi con gli altri partiti, risponde: “Pensavo che le istituzioni fossero marce ma non fino a questo livello. La Repubblica italiana è nata dalla trattativa Stato-Mafia e voi ci chiedete di non essere intransigenti? Con l’assenza di intransigenza perdiamo: se in quel palazzo ti mischi a loro e ti ungi un dito ti ungi tutta la mano. Come la Lega, diventi parte del sistema. Noi, invece, siamo entrati per cambiare il sistema in modo democratico e non violento”.