Chi è Simone Vellucci di Retake Roma



Simone Vellucci, 28 anni, è da tre anni il Presidente di Retake Roma, una delle reti di volontariato civico più estese in Italia. Oggi Retake a Roma conta 70 gruppi di quartiere. Laureato in Giurisprudenza a Roma Tre, Vellucci lavora in Confindustria. Durante gli anni dell’Università ha trascorso dei periodi di studio a Seattle e in Essex con il programma Erasmus. Due esperienze fondamentali: per molti studiare all’estero si associa alla scelta di non voler tornare indietro. Per lui è stato il contrario, una spinta fortissima a dire: noi abbiamo Roma e la trattiamo così?

GUARDA > Bancarotta: la prima puntata di M di Michele Santoro

Simone Vellucci e cosa è Retake

Retake è un movimento nato nel 2010 in seno alla comunità statunitense per contrastare il fatto che Roma è la città più vandalizzata d’Europa da forme di degrado urbano come tag, adesivi abusivi o rifiuti abbandonati. Grazie al passaparola, i social network e l’attenzione della stampa è cresciuta fino a diventare una delle reti di volontariato civico più estese in Italia. Oggi Retake è una onlus, ha 70 gruppi di quartiere a Roma, 10 gemellati in tutta Italia e 40.000 follower su Facebook.

Simone Vellucci, Retake e il Campidoglio

“Per chi governa, Retake può essere ogni giorno il peggior incubo o la migliore opportunità – spiega Simone Vellucci -. La migliore opportunità perché senza una cittadinanza responsabile, qualsiasi progresso è impossibile. Il peggior incubo perché non ci stiamo a sentirci rispondere: “ahò, i problemi so’ artri”. Ci impegnamo in prima persona e pretendiamo rispetto e attenzione da chi ha responsabilità di amministrare.