Elezioni 2018, lo speciale sui leader: Matteo Salvini



Elezioni 2018, lo speciale sui leader: da Silvio Berlusconi a Matteo Salvini, da Luigi Di Maio fino a Matteo Renzi. Ecco lo speciale di Michelesantoro.it in vista delle elezioni del 4 marzo. Con quale leadership si sveglierà l’Italia il giorno dopo? Sul tavolo c’è il tema delle larghe intese, uno scenario probabile se il voto non consegnerà al Paese una maggioranza chiara in grado di dar vita ad un governo. Un excursus video sulle personalità politiche che si sfideranno a colpi di consenso. A dieci giorni dal ritorno alle urne, dopo lo speciale su Silvio Berlusconi, è la volta di Matteo Salvini leader della Lega.

LEGGI > Elezioni 2018, lo speciale su tutti i leader

Elezioni 2018, lo speciale: Salvini

C’è un giovanissimo Matteo Salvini in giacca scura e camicia color “verde Lega”. E poi quello più recente, con maglioncino e camicia bianca. Passano gli anni, cambia lo stile, ma il leader leghista tiene sempre al centro del suo mirino politico un modello di Europa che sarebbe la causa dei mali economici dell’Italia. “Se l’Europa è quella che mi impone di fare la riforma Fornero, può andare a farsi fottere”, diceva nel 2014. Come oggi dice: “Se gli italiani hanno fame, me ne frego del 3%”. Senza dimenticare l’abbraccio con CasaPound a Roma, siglato nel febbraio 2015. Matteo Salvini è un leader nuovo? Sarà lui a capo della coalizione di centro destra?

GUARDA > Correva l’anno 2000, gli esordi di Matteo Salvini in tv

GUARDA > Salvini ad Annozero contro l’Europa: “Può andare a farsi fottere”

GUARDA > Casapound e Salvini: gli amici neri di Matteo

GUARDA > Matteo ospite a ‘M’: “Se gli italiani hanno fame me ne frego del 3%”

GUARDA > Salvini Story. La storia del leader leghista raccontata da Travaglio