Sul suicidio assistito deciderà la Consulta



I giudici di Appello di Milano non hanno voluto forzare la mano. Su una materia così delicata che chiama in causa principi fondanti della Repubblica e interrogano la coscienza e i valori religiosi di ciascuno di noi, hanno deciso di interrogare la Corte Costituzionale. Stiamo parlando del processo all’esponente radicale Marco Cappato, processato per aiuto al suicidio. I giudici milanesi vogliono sapere dalla Consulta se questo reato è ancora legittimo.

RIVEDI > La storia di Dominique Velati: “Domani vado a morire in Svizzera”

Processo a Cappato: la decisione della Corte

Cappato è imputato per la morte di Fabiano Antoniani, 40 anni, noto come dj Fabo, avvenuta in una clinica svizzera col suicidio assistito il 27 febbraio 2017. I pm chiedevano l’assoluzione; in subordine avevano proposto l’eccezione di illegittimità costituzionale.