Elezioni 2018, lo speciale su tutti i leader



ELEZIONI 2018

Elezioni 2018, lo speciale sui leader: da Silvio Berlusconi a Matteo Salvini, da Matteo Renzi a Luigi Di Maio. Ecco la guida al voto di Michelesantoro.it. Con quale presidente del Consiglio si sveglierà l’Italia il giorno dopo? Chi riuscirà a trovare un accordo di governo? E con chi? Un excursus video sulle personalità politiche che si sfideranno a colpi di consenso. Una mappa per decifrare il percorso dei principali leader in campo. Tra promesse non mantenute, dichiarazioni poi smentite dai fatti, punti di vista ancora attuali, nodi mai sciolti. Le elezioni 2018, paragrafo per paragrafo.

LO SPECIALE SU SILVIO BERLUSCONI

“Uno che viene colto con le mani nel sacco e che subisce una condanna definitiva in cui si dimostra che lui è stato evasore del fisco, io credo abbia il buon gusto di mettersi da parte”, diceva parlando dei condannati. Era il 1995.

GUARDA > Quando Berlusconi sui condannati diceva: “Devono dimettersi”

GUARDA > L’aggressione con la statuetta a Piazza Duomo

GUARDA > Novembre 2011: la caduta del governo Berlusconi

GUARDA > Berlusconi ospite di Santoro: la puntata integrale

 

LO SPECIALE SU MATTEO SALVINI

C’è un giovanissimo Matteo Salvini in giacca scura e camicia color “verde Lega”. E poi quello più recente, con maglioncino e camicia bianca. Passano gli anni, cambia lo stile, ma il leader leghista tiene sempre al centro del suo mirino politico un modello di Europa che sarebbe la causa dei mali economici dell’Italia.

GUARDA > Correva l’anno 2000, gli esordi di Matteo Salvini in tv

GUARDA > Salvini ad Annozero contro l’Europa: “Può andare a farsi fottere”

GUARDA > Casapound e Salvini: gli amici neri di Matteo

GUARDA > Matteo ospite a ‘M’: “Se gli italiani hanno fame me ne frego del 3%”

GUARDA > Salvini Story. La storia del leader leghista raccontata da Travaglio

 

LO SPECIALE SU MATTEO RENZI

Maglioncino blu, occhiali a giorno. Il colletto bianco che spunta dal girocollo è ben lontano dall’accoppiata camicia-giacchetto di pelle che ritroveremo di lì a qualche anno. Ospite di Michele Santoro, nel 2009 Matteo Renzi analizzava la scena politica dei 15 anni precedenti: “Dal 1994 siamo culturalmente subalterni alla presenza fisica di Berlusconi”. E ancora: “Chi ce l’ha mandato al governo?”.

GUARDA Renzi sulle divisioni del Pd: “Abbiamo rimandato Berlusconi al governo”

GUARDARenzi sul berlusconismo: “Bisogna uscire dal complesso”. Era il 2009…

GUARDA > Renzi sull’articolo 18: “Non è un problema”

GUARDAPensioni, Michele Carugi contro Renzi: “Vigliacco”

 

LO SPECIALE SU LUIGI DI MAIO

Il carisma di Beppe Grillo, la democrazia nel Movimento 5 Stelle e il ruolo di capo politico: il percorso di Luigi Di Maio nel nostro speciale, con i contributi dello stesso nuovo leader dei pentastellati dal palco, degli espulsi Favia e Pizzarotti e dell’ex ideologo Paolo Becchi.

GUARDADi Maio capo del M5S? “Se volete un’incoronazione andate alla festa dell’Unità”

GUARDABecchi su Di Maio: “È un Führer”

GUARDAPizzarotti: “Il M5S prometteva un movimento senza capibastone”

GUARDAFavia sul Movimento 5 Stelle: “Io scomunicato ma con la coscienza a posto”