Fratoianni, “Il Pd? Per troppo tempo è stato a destra. E non ha ancora fatto autocritica”



Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra Italiana e deputato, apre alla possibilità di un confronto con i delusi del M5S  soprattutto alla luce di alcune tematiche complementari alla sinistra come quelle economico-sociali e e ambientali.

“Occorre lavorare con quella fascia di scontenti evitando l’errore del PD a inizio legislatura che ha invocato i popcorn col tanto peggio tanto meglio. Come si è visto purtroppo il tanto peggio è sempre e soltanto tanto peggio”.

Cosa può fare la sinistra oggi

Per Fratoianni oggi la sinistra deve fare lo sforzo di mettere in campo un progetto unitario.“Bisogna trovare un terzo spazio per evitare i nazionalismi di ritorno e i liberisti che nelle grandi coalizioni hanno governato la crisi dell’Europa attraverso le politiche di austerity aggravando le condizioni di vita della maggior parte della popolazione e spianando la strada alla destra peggiore”.

Il disastro per il centrosinistra è stato quello di aver fatto politiche di destra.“Quando cominci ad imitare l’avversario perché non hai più un’idea gli elettori non sono stupidi. Tra la copia e l’originale scelgono sempre l’originale”.

GUARDA ANCHE >> Pizzarotti: “Da M5s solo promesse infrante. Il partito oggi è Di Maio”

Elezioni europee 2019

 Sulle alleanze in vista delle prossime europee Fratoianni ancora non si sbilancia.“Bisogna essere europeisti e insieme anche critici rispetto alle politiche concrete che questa Europa ha messo in campo”.

Il dialogo con il PD

La Sinistra di Fratoianni resta aperta al dialogo anche se, ci tiene a sottolineare il deputato LeU, “quello che vedo è l’assenza della capacità minima di fare i conti con il disastro di cui il PD è stato responsabile“.

GUARDA ANCHE >> De Falco: “Meglio la crisi di governo che il tira e molla”