Il mercato “nascosto” di via Ardeatina



Il Mercato Integrato si trova in via Ardeatina, all’altezza del civico 850. Ma arrivarci non è facile visto che bisogna percorrere una strada sterrata senza indicazioni e pagare l’ingresso di un euro all’entrata. Il mercato è organizzato da un’Associazione culturale di integrazione sociale e di riutilizzo dei prodotti per il baratto e lo scambio. Forniscono lo spazio per gli espositori e gestiscono l’entrata del pubblico, composto in buona parte da soci. Si apre il mercoledì e il sabato mattina e ogni tanto anche la domenica.

Cosa si vende al Mercato di via Ardeatina a Roma? Di tutto. Un banco all’entrata mostra un bel numero di computer portatili, spesso attrezzati con processori di ultima generazione e tanti giga di RAM. Molti degli oggetti di valore venduti sono di dubbia provenienza.

Il pubblico degli acquirenti è equamente diviso tra italiani e stranieri. Ci sono poveri che rovistano tra la roba usata in cerca di vestiario e scarpe ma la gran parte di chi acquista non sembra avere a prima vista problemi economici. Anzi. Le trattative sul prezzo si svolgono così. L’aspirante compratore chiede il prezzo al venditore. Se quello dice 10 euro o 50 euro, è uguale: il compratore offre la metà. Se l’altro accetta, l’affare è fatto.

Altrimenti l’aspirante compratore fa finta di andarsene e qui di solito viene richiamato indietro dal venditore che accetta la prima offerta. Oppure si fa un giro e torna un’ora dopo. Se il venditore non ha ancora venduto il bene, state certi che accetterà la prima offerta.

E ogni tanto si vedono scene curiose. Ad esempio succede che arrivi un gruppo di persone che portano con sé delle valigie; arrivati al mercato, svuotano il contenuto delle valigie su un lenzuolo e lì la gente si tuffa e si azzuffa per assicurarsi la merce. Anche le valigie sono in vendita ma è infinitamente più ambito il loro contenuto. E chissà se i turisti che vengono a Roma sanno dove finiscono i loro vestiti.

Leggi anche: Lega al Sud, gli impresentabili: il sindaco sceriffo arrestato per truffa