Primarie Pd, Zingaretti trionfa alla Bolognina: “Saprà unire il partito”



Primarie Pd, anche al circolo della Bolognina, sede della storica svolta del 1989 di Achille Occhetto a Bologna, trionfa Nicola Zingaretti. Con 678 preferenze su 891 voti il governatore della Regione Lazio conquista la guida del Partito Democratico. ” Ma a vincere è anche la partecipazione: oltre 140mila persone che si sono recate ai seggi in Emilia Romagna. “Tutti ci chiedono unità, questo è un segnale di allargamento della nostra base elettorale”, ha detto il segretario del Pd Luigi Tosiani. “Nel nostro paese tante persone hanno dato fiducia al M5S, dovremo riconquistarli”.

Primarie Pd, trionfa Zingaretti

Affluenza altissima anche nel resto d’Italia, con un milione e 800mila persone che hanno voluto esprimere la propria preferenza tra i tre candidati alla guida del Pd . “Io non mi intendo capo, ma leader di una comunità in campo per cambiare la storia della democrazia italiana”, ha detto Zingaretti nel suo primo discorso da segretario, incoronato da oltre il 70% dei voti. “Il Pd sarà unità e ancora unità, cambiamento e ancora cambiamento”.

La vittoria era chiara già circa mezz’ora dopo l’inizio dello scrutinio, quando sono arrivati i complimenti degli sfidanti Roberto Giachetti Maurizio Martina. “Ho appena chiamato Nicola Zingaretti, che sarà il prossimo segretario del Pd per complimentarmi per il suo risultato ed anche per il risultato della partecipazione alla quale abbiamo contribuito tutti”, ha scritto Giachetti poco sui social, seguito dall’in bocca al lupo di Martina: “Buon lavoro Nicola Zingaretti, buon lavoro Segretario! Contento di avere contribuito a questa bellissima giornata. Da oggi sempre più #fiancoafianco nel Pd per l’Italia”.

“Basta fuoco amico, bella vittoria”, l’augurio di Matteo Renzi , “gli avversari politici non sono in casa ma al Governo. Al segretario Zingaretti un grande in bocca al lupo. A Maurizio, Bobo e a tutti i volontari grazie. Viva la democrazia”.