La Zecca di Vauro: comunisti con il Rolex



Lo sapevano tutti, ma finalmente l’ha ammesso anche lui: Vauro è un comunista con il Rolex…ma senza il Rolex!
Eppure non si può dire che non ci abbia provato: nella nuova puntata della “Zecca” il vignettista racconta le sue peripezie per mettere le mani sul prestigioso orologio, in una caccia surreale che vede sfilare tutti i grandi nomi della sinistra, in particolare di quella accusata da più parti di essere la gauche caviar.

Vauro incontra Achille Occhetto, Valter Veltroni, Massimo d’Alema, Pierluigi Bersani e, infine, Matteo Renzi:

“’Tu se ‘homunista??” feci cenno di sì con il capo e lui scoppiò in una gran risata. ‘Addio Rolex!’ pensai tra me. Invece… ‘Tu m’hai proprio fatto ridere. Tu te lo meriti i’Rolex bischero’. Si frugò in una tasca, ne trasse l’orologio e me lo allacciò addirittura al polso”.

Non ci metterà molto, tuttavia, a capire che l’ex segretario del Pd gli ha giocato un brutto tiro.
Quando, ormai è rassegnato, decide di rivolgersi ai 5 stelle, ecco riaccendersi la speranza con un nuovo segretario del Pd.
Sarà Nicola Zingaretti a coronare il sogno di Vauro?

Leggi anche: La risposta di Vauro a Salvini