Elezioni Spagna, Orlando: “Vittoria dei socialisti apre speranze e indica una via alla sinistra italiana”



“La vittoria dei socialisti in Spagna apre speranze e mostra una via”. A dirlo è il Vice segretario del PD, Andrea Orlando, che in un’intervista di Guido Ruotolo a Servizio Pubblico parla di una vittoria dovuta soprattutto al fatto di “aver messo al centro la lotta alle diseguaglianze. In questo modo il PSOE ha riassorbito in parte l’exploit di Podemos, con il quale ha deciso di allearsi, ma soprattutto insieme prendono il 10% in più dei voti rispetto alle passate elezioni, conquistando, anche su una piattaforma radicale, pezzi di ceto medio che sono rimasti colpiti profondamente dalla crisi economica”. Tutto questo, secondo Orlando, “dice molto anche a noi che dovremmo riflettere su questo risultato”.

Un altro segnale importante è arrivato anche dalla Slovacchia dove lo scorso 30 marzo ha visto trionfare Zuzana Caputova sconfiggendo il suo rilevale appoggiato dal gruppo di Visegràd. “A differenza della vicenda spagnola, quella Slovacca sconta delle peculiarità sostanziali dato che in quei paesi, ancora oggi, l’adesione all’Unione Europea per una larga parte di quella società ha rappresentato una meta di recente acquisizione. Per noi invece – prosegue il vice segretario del Pd –che siamo un Paese fondatore dell’Unione Europea il tema va declinato verso un europeismo più articolato, che metta in discussione ciò che non ha funzionato in Europa, l’austerità, le scelte che hanno colpito la Grecia e che all’indomani del 2008 non hanno saputo affrontare la crisi”. Per questo la vicenda spagnola di queste ore “parla all’Italia molto più di quanto ci possa dire quello che avviene nei paesi di Visegrad”, conclude Orlando.

TAG: orlando, pd, PSOE, spagna