Nicola Biondo: “Davide Casaleggio lobbista più potente d’Italia. M5s ormai è solo un brand”



Nicola Biondo, giornalista e scrittore, ex capo della comunicazione del M5s, parla a Servizio Pubblico di come “Davide Casaleggio gestisce il M5s come suo braccio politico”. Nel libro Il Sistema Casaleggio” (Ponte alle Grazie) scritto insieme a Marco Canestrari abbiamo scoperto un intero sistema, fatto di relazioni politiche, commerciali, di notai, di imprenditori”.

Nicola Biondo: Casaleggio, un imprenditore che gestisce il primo partito di governo

Davide Casaleggio da imprenditore “può ricevere altri imprenditori avendo dalla propria la gestione indiscutibile del primo partito d’Italia, da cui, per altro, tramite la sua Associazione Rousseau, drena 300 euro al mese da tutti i parlamentari pena l’espulsione”. Un conflitto di interessi che per Biondo e Canestrari è “più subdolo e pericoloso di quello di Silvio Berlusconi. Quello era palese. Questo viene occultato sotto una valanga di bugie”.

GUARDA ANCHE> Il vulnus democratico della galassia Casaleggio

Rousseau, la sanzione del Garante

Il 4 aprile il  Garante della privacy ha sanzionato l’Associazione Rousseau – presieduta da Davide Casaleggio – a pagare 50mila euro. Un’ispezione del Garante durata 2 anni, ha messo in luce l’arretratezza della piattaforma, e la sicurezza e la manipolabilità del voto degli iscritti. Secondo Nicola Biondo, la piattaforma è priva di ogni requisito di sicurezza, di buona gestione dei dati: “Ci stiamo affidando a una persona che ci propaganda la democrazia diretta sui suoi server, con la sua tecnologia, ma questa tecnologia è una ciofeca“.