Casalotti antifascista: “Qui c’è un problema di servizi e criminalità, ma la destra specula sui rom”



A Casalotti, dove nella giornata di mercoledì i cittadini sono scesi in piazza per un corteo coordinato da Casapound al motto “prima gli italiani”, per manifestare contro il possibile arrivo (per ora solo ventilato da indiscrezioni giornalistiche) di persone di etnia rom in due centri di accoglienza,  l’altra anima del quartiere sotto l’egida dell’Anpi, CGIL e varie sigle di sinistra ha dato vita in piazza Ormea a un presidio ispirato ai valori democratici dell’antifascismo e dell’accoglienza.

Guarda > “Mussolini? Più lo ascolto, più lo amo”. Casalotti, neofascisti e cittadini in piazza: “I rom qui non arriveranno”

In questo servizio la giornalista di Servizio Pubblico Silvia De Santis ha raccolto le voci degli abitanti del quartiere, dell’altra piazza che rifiuta la riduzione dei problemi del quartiere al tema dell’accoglienza e l’uso strumentale che le destre fanno del malcontento fra i cittadini.

Guarda > La storia di Toni, da Milano a Casalotti per regalare pane a CasaPound: “Sono rom e non rubo, sono italiano e non sono mafioso”