Come i fans di Salvini hanno preso la guerra del Capitano alla cannabis legale



Da quando il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha annunciato la crociata contro la cannabis light e i canapa shop sta succedendo qualcosa di molto curioso nei commenti ai post che la sua pagina Facebook sta dedicando all’argomento.

Come i fan di Salvini hanno preso la direttiva sulla cannabis light

Ovvero che un buon numero di commenti negativi è comparso sotto agli status. E tra i contestatori ce ne sono molti che si dichiarano elettori del Capitano e delusi dalla decisione di criminalizzare un commercio legale. Il primo post di ieri era dedicato a ringraziare il questore Antonio Pignataro per i sequestri di Macerata e ad annunciare la direttiva poi emanata in serata. Qui il commento più votato è quello di Fabrizio, che si dichiara suo elettore, non fumatore e non bevitore, ma ritiene che il ministro stia facendo un favore alla mafia:

salvini cannabis 2

Poi ci sono Giuseppe e Raphael che segnalano che i prodotti non si vendono ai minori e nessuno finora si è sentito male dopo aver acquistato la cannabis light, mentre lo Stato continua a vendere sigarette e alcool facendo soldi sulla dipendenza socialmente accettata.

salvini cannabis 3

Anche Luca dice di votare Lega ma vuole addirittura la liberalizzazione della cannabis (la stessa cosa che voleva Salvini quando era un Giovane Comunista Padano), mentre c’è chi racconta che con la marijuana legale c’è chi ha smesso di fumare quella illegale, cosa del resto confermata da tutte le ricerche sul campo di questi anni.

salvini cannabis 4

C’è anche chi accusa Salvini di fare un favore alle mafie o gli suggerisce di guardare all’esperienza americana, segnalando come il proibizionismo fa aumentare l’uso di psicofarmaci e alcool. E chiude dicendo che alle elezioni europee non andrà a votare Salvini proprio a causa di questa uscita.

salvini cannabis 5

I commenti totali nel post sono 8600 e i primi 1000 sono pressoché tutti negativi. Anche molti degli altri hanno lo stesso tenore. Forse il Re Mida dei voti sta perdendo il tocco magico?

Leggi anche: La guerra scema di Salvini alla cannabis legale

“Non ti voto più, me ne vado”

Sembrerebbe proprio di sì, a leggere i commenti dell’altro post. Il più votato è quello di Andrea, che sostiene di essere stato aiutato dalla cannabis a non avere crampi e spasmi mentre si sottoponeva alla chemioterapia. Anche lui lo esorta a fare la lotta alla mafia e non alla canapa legale.

salvini cannabis 7

Qui c’è anche chi, come Giovanni, dice che “La cannabis legale sta alla droga come un liquidator (i fucili ad acqua che si usano in spiaggia, ndr) sta ai fucili d’assalto”.

salvini cannabis 8

E anche qui c’è chi gli segnala che il giorno della chiusura delle urne alle elezioni europee Salvini scoprirà e capirà di aver fatto un grande errore.

salvini cannabis 9

Gli ultimi sondaggi prima del silenzio elettorale danno la Lega in calo rispetto ai massimi di qualche mese fa, ma visto che comunque tutti accreditano al partito risultati superiori a quelli del 4 marzo (il minimo è il 30%, alle politiche ha preso il 17%) è difficile – se non impossibile – che la vicenda della cannabis light sposti davvero tanti voti, anche perché i partiti che si litigano l’elettorato potenziale di destra della Lega non hanno certo preso una posizione contraria sulla vicenda. Ma questo è un campanello d’allarme molto serio. E il Capitano farebbe bene ad ascoltare cosa dice il suo Popolo.

Leggi anche: Matteo Salvini e il grande bluff della direttiva sulla cannabis legale